Rivisitazione dell’originale musical di Jonathan Larson ispirato alla Boheme di Puccini. Un cast di 17 attori, cantanti e ballerini, più 6 musicisti, dal panorama del musical italiano, per raccontare la storia di un gruppo di giovani artisti squattrinati che tentano di sopravvivere, creare e lavorare, mentre le loro vite vengono colpite dalla malattia del millennio: l’AIDS.
Lo spettacolo si sviluppa su due fronti: il palco e il video. Un’interazione tra teatro e cinema che crea un legame strettissimo sulla narrazione, una forma di musical sperimentale in cui lo schermo diventa una finestra da sfondare per raccontare la genesi dei personaggi attraverso gli intrecci tra palcoscenico e grande schermo
Questo spettacolo vuole celebrare la libertà, e l’urgenza di questo tema: libertà sessuale, libertà di vivere la propria arte, libertà di esprimere la propria idea.
Una vera e propria opera rock che fa ridere, ballare, commuovere ma soprattutto riflettere.